Tatiana Bogdanova
 
Image
LA MENZOGNA SULLE “REPRESSIONI DI STALIN”
ЛОЖЬ О “СТАЛИНСКИХ РЕПРЕССИЯХ”
http://www.youtube.com/watch?v=UmWZPwwvbKY&feature=related
La parte terza (un breve riassunto):
Qualche parola su Khruscjov…
… Arrivato al potere si è arrivati ad una sistematica distruzione dei documenti che legavano alla partecipazione diretta di Khruscjov alle cosiddette repressioni…
Sino ai nostri tempi è arrivato un biglietto scritto da Khruscjov a Stalin: “Caro Josif Vissarionovič, ogni mese la Ucraina manda 17-18 mila di persone represse, Mosca invece non conferma mai più di 2-3 mila… Le chiedo di prendere le urgenti misure. Con un sincero affetto verso di Lei, N. S. Khruscjov.”
La risposta di Stalin era molto più breve: “Placati, stupido!”….
… Nel 1936, un discorso di fuoco di Khruscjov contro i troskisti e zinovjisti… Passeranno esattamente 20 anni e lo stesso Khruscjov si metterà ad accusare Stalin di ogni peccato mortale!
La parte quarta:
Perché Khruscjov prese in odio Stalin?…
… Dobbiamo dire che a ciò esistevano dei motivi…
Un brevissimo riassunto: Leonid Khruscjov, il figlio di Nikita, in una gozzoviglia per un “gioco” di sparatoria ha ucciso un giovane marinaio arrivato dal fronte… Il fatto è arrivato a conoscenza di Stalin. Nikita Kruscjov si mise a salvare il proprio figlio dalla punizione. All’incontro Stalin domandò a N. Khruscjov: “La sua personale intercessione per il figlio avviene come un membro del Politburo, oppure come un padre?” “Come padre”, rispose N. Khruscjov. Allora Stalin gli pose altra domanda: “Ma Lei ha pensato di quel padre di cui il figlio ha ammazzato Suo figlio? Cosa direbbe lui? ”
Uscito dallo studio di Stalin, secondo le testimonianze di allora, Khruscjov ha promesso di vendicarsi! E come vedete si è vendicato! E si è vendicato nella maniera più spregevole e vile dopo la morte di Stalin!
Il figlio di Khruscjov era stato processato e condannato a 8 anni con l’invio sul fronte. La guerra dettava le leggi dei tempi di guerra ed essi erano le leggi uguali per tutti. Leonid Khruscjov era stato degradato dall’ufficiale nel soldato semplice e inviato sul fronte tra le file di un battaglione di disciplina. Molto presto è stato fatto prigioniero. I tedeschi, avendo scoperto che tra i prigionieri c’è il figlio di un membro del Politburo, lo utilizzarono per l’agitazione sulla linea del fronte. Tramite la radio, Leonid Khruscjov, teneva i discorsi per convincere i soldati ed ufficiali sovietici di arrendersi e consegnarsi alla prigionia dell’invasore. La faccenda prese un carattere politico. Stalin diede l’ordine al Capo dello Stato Maggiore del movimento partigiano, Pantelejmon Kondratjevič Ponomarenko, di rapire il figlio di N. Khruscjov ai tedeschi. Quando a Stalin rapportarono dell’esito positivo della operazione, che Leonid Khruscjov si trovava in uno dei distaccamenti partigiani, e chiesero di mandar loro un aereo per trasportarlo a Mosca… Stalin scrisse: “Non è caso di rischiare di perdere un altro ufficiale… Giudicate Leonid Khruscjov sul posto.”
Il figlio di N. Khruscjov fu fucilato come un traditore della Patria.
Nikita Khruscjov, dopo la morte di Stalin, nascondeva scrupolosamente questo fatto… C’erano anche sparse delle voci che il figlio di Nikita Khruscjov, il pilota, perì in guerra da eroe nei cieli in una battaglia contro alcuni caccia tedeschi…
Nikita Khruscjov stesso, pur essendo stato un membro del consiglio militare del fronte sud-ovest, nel momento critico in cui le nostre forze armate subivano un accerchiamento nei pressi di Kharkov, abbandonò il fronte e fuggì a Mosca. Anche lui rischiava di essere giudicato dal tribunale militare, ma dalla punizione fu salvato da Molotov. E poi è successo anche che in uno dei suoi discorsi, Stalin chiamò Nikita Khruscjov: deficiente…
Annunci