ImageGiovanni Apostolou
Nell’enciclopedia storica uscita qualche anno fa con REPUBBLICA c’è scritto che ” dopo il patto Molotov – Ribentropp Stalin ha consegnato a Hitler un migliaio di antifascisti tedeschi” (si contano anche esuli comunisti tedeschi e austriaci (molti ebrei) che quando vennero dati ai nazisti vennero deportati nei campi di concentramento, NDA) “che si erano rifugiati in URSS”: su ciò esiste anche una memorialistica specifica (basti citare: http://www.ibs.it/code/9788815105011/buber-neumann-margarete/prigioniera-stalin-hitler.html) e una bibliografia (e memorialistica) attinente (il primo intellettuale comunista a parlarne, ricostruendo le dinamiche essenziali di questa tragica vicenda, fu Paolo Spriano in http://www.ibs.it/code/9788806554002/spriano-paolo/comunisti-europei-stalin.html).
La studiosa francese Annie Lacroix Rix, con oltre 20 anni di ricerche d’archivio, non ha trovato alcuna prova documentale di ciò (anche in relazione allo scritto della Bauber Neuman PRIGIONIERA DI STALIN E HITLER) :http://www.dailymotion.com/video/xztbh_le-choix-de-la-defaite_newsundefined
Annunci