Image

Nanjie, Henan. Repubblica Popolare Cinese (2010).

 

 

 

 

 

 

MOSCA, 29 settembre (Xinhua) – “Il Partito Comunista Cinese (PCC) ha studiato la sconfitta del Partito Comunista dell’Unione Sovietica e reso la Cina un motore dell’economia globale”, ha detto il leader del Partito Comunista della Federazione Russa, Gennadij Zjuganov. In una recente intervista su Xinhua, il leader comunista ha detto di credere che il successo della Cina continuerà.
“Dopo la sconfitta del Partito Comunista Sovietico e il crollo dell’URSS, i cinesi hanno studiato a fondo e scientificamente la nostra tragedia”, ha detto Zjuganov. Il “segreto” del successo della Cina, ha aggiunto, è che il PCC è riuscito a unire le idee marxiste-leniniste con l’esperienza di costruzione del socialismo con caratteristiche cinesi, la secolare tradizione del confucianesimo e la formazione moderna delle risorse umane.
“Il PCC ha trovato un equilibrio razionale tra Stato, collettività e individuo ed ha persino promosso le garanzie sociali e della sicurezza”, ha sottolineato Zjuganov. “Non hanno perso i principi politici”. Valutando positivamente il robusto sviluppo economico della Cina, il leader comunista russo ha detto che l’esperienza cinese non ha stupito soltanto l’Asia, ma il mondo intero. Zjuganov ha poi aggiunto: “Ricordo anche che i leader di Thailandia e Filippine hanno detto: ‘Solo per aver salvato dall’indigenza assoluta quasi 400 milioni di persone, il Partito Comunista Cinese meritava un monumento’”. Zjuganov ha anche osservato che la Cina è diventata la seconda economia più grande del mondo sotto la guida del PCC e ha mantenuto la crescita in mezzo alle difficoltà economiche globali. “La crisi globale ha colpito circa 200 paesi, e la sua nuova ondata sta inghiottendo gli Stati Uniti e tutta l’Europa. Quasi tutte le economie hanno rallentato, comprese quelle in Asia”, ha detto Zjuganov. “Ma nella regione Asia-Pacifico, la situazione è migliore rispetto ad altre regioni. Una ragione importante di ciò è la presenza della Cina. La Cina è un motore che sta tirando l’economia globale fuori dalle difficoltà”, ha detto. Il leader comunista russo ha sottolineato che ci sono stati anche dei problemi, sottolineando un certo divario tra ricchi e poveri. “Ma il numero dei poveri è diminuito rapidamente in Cina. Il Presidente cinese Hu Jintao ha più volte sottolineato la necessità di colmare questa lacuna”, ha ribadito Zjuganov. Facendo riferimento ai contatti tra il PCC e il suo Partito, Zjuganov ha ricordato che le due organizzazioni hanno già firmato diversi accordi di cooperazione che sono stati attuati con successo negli ultimi decenni.
“Sono molto contento che le nostre relazioni, tra i partiti e tra i compagni, siano in aumento. Quasi tutte le delegazioni di alto livello provenienti dalla Cina si sono incontrate con noi. E quasi ogni anno, le nostre delegazioni visitano quelle della Cina”, ha detto Zjuganov. “Inoltre, ogni anno inviamo in Cina dei giovani e promettenti compagni del nostro Partito per dei viaggi di cooperazione. Tutti loro sono restati molto colpiti da queste esperienze e ci hanno detto che il livello professionale dei funzionari cinesi è molto alto”. Zjuganov ha anche sottolineato che i leader cinesi hanno prestato molta attenzione alle politiche delle minoranze nazionali, dicendo: “Che io sappia tutti i gruppi etnici sono rappresentati a tutti i livelli in Cina. Questo è molto importante”. Citando la stagnazione delle economie statunitense ed europee e il peggioramento della situazione in altri Paesi, Zjuganov ha affermato che la Cina ora “ha una missione per aiutare il resto del mondo ad uscire dalla crisi, per uscire da quella situazione di stallo provocata dal modello economico liberale degli Stati Uniti”. Sul prossimo Congresso Nazionale del PCC, che rinnoverà il Comitato Centrale nel mese di novembre, Zjuganov ha detto di credere che il congresso analizzerà le situazioni globali e nazionali, e traccerà la rotta per il successivo sviluppo della Cina.

Traduzione di Giulio Zotta

http://www.statopotenza.eu/4679/zjuganov-il-pcc-ha-fatto-della-cina-il-motore-delleconomia-globale

Annunci