Tradotto dall’ inglese da Gaspare Sciortino

Il Sottosegretario di Stato per il Segretario di Stato (Al momento presso la sede generale) TELEGRAMMA NO. 76 A 934 Berlino, 9 19 15 Gennaio L’ambasciatore imperiale a Costantinopoli · ha inviato il seguente telegramma al n 70. ‘Il noto socialista russo e pubblicista, il dottor Helphand, uno dei principali leader della ultima rivoluzione russa, che è stato esiliato dalla Russia e , in più occasioni, è stato espulso dalla Germania, è da tempo attivo qui come scrittore, occupandosi principalmente di questioni di economia turca. Dall’inizio della guerra, Parvus è stato decisamente filo-tedesco. Lui sta aiutando il Dott. Zimmer in sostegno del movimento ucraino e ha anche reso servizi utili alla fondazione del giornale dei Batsarias a Bucarest. In una conversazione con me, che aveva chiesto attraverso Zimmer, Parvus ha detto che i democratici russi non potevano raggiungere il loro scopo senza la distruzione totale dello zarismo e la divisione della Russia in stati più piccoli. D’altro canto, la Germania non avrebbe conseguito un completo successo se non con una grande rivoluzione in Russia. Tuttavia, ci sarebbe comunque un pericolo per la Germania dalla Russia, anche dopo la guerra, se l’impero russo non fosse stato diviso in un certo numero di parti separate. Gli interessi del governo tedesco sono pertanto identici a quelli dei rivoluzionari russi, che sono attualmente già al lavoro. Tuttavia, non vi era ancora una coesione tra le varie fazioni. I menscevichi non avevano unito le forze con i bolscevichi, che erano già in azione. Vedeva come suo compito creare una unità e di organizzare lo sviluppo di un’ampia base. Per raggiungere questo obiettivo, dovrebbe essere necessario un congresso dei leader possibilmente a Ginevra. Era disposto a prendere i primi passi necessari a tal fine, ma avrebbe bisogno di ingenti somme di denaro per lo scopo. Egli ha quindi chiesto la possibilità di presentare i suoi piani a Berlino. Aspetta fiduciosamente una circolare imperiale che va incontro alle richieste dei socialdemocratici (tedeschi) per un immediato miglioramento delle scuole elementari e delle ore di lavoro medie, come ricompensa per il loro atteggiamento patriottico, tale da avere un notevole effetto non solo sui socialisti tedeschi che servono nell’esercito, ma anche sui russi che condividono le stesse loro opinioni politiche. Parvus ha oggi raggiunto Vienna via Sofia e Bucarest, dove ha avrà colloqui con i rivoluzionari russi. Il dr. Zimmer arriverà a Berlino, nello stesso momento di Parvus, e sarà a disposizione per organizzare incontri con lui.

I Il segretario di Stato ha risposto a questo telegramma il 10 gennaio: “’Si prega di ricevere Dr. Helphand a Berlino. Jagow ‘”. Lo stesso giorno, telegrammi sono stati spediti da il Ministero degli Esteri a Vienna (n ° 142), Costantinopoli (n. 66), e Bucarest (N. 37), richiedendo queste missioni e il dottor Zimmer a tenere collegamento di Helphand con la relazione segreta Batsarias.

 A III0 in WK I IC secr, Volume 3.

 Dall’Archivo del Ministero degli Esteri Tedesco

1 The Under State Secretary to the State Secretary (At the time at General Headquarters) TELEGRAM NO. 76 A 934 Berlin, 9 January 19 15 The Imperial Ambassador in Constantinople · has sent the following telegram under No. 70. ‘The well-known Russian Socialist and publicist, Dr. Helphand, one of the main leaders of the last Russian Revolution, who was exiled from Russia and has, on several occasions, been expelled from Germany, has for some time been active here as a writer, concerning himself chiefly with questions of Turkish economics. Since the beginning of the war, Parvus’s attitude has been definitely pro-German. He is helping Dr. Zimmer in his support of the Ukrainian movement and he also rendered useful services in the founding of Bats arias’s newspaper in Bucharest. In a conversation with me, which he had requested through Zimmer, Parvus said that the Russian Democrats could only achieve their aim by the total destruction of Czarism and the division of Russia into smaller states. On the other hand, Germany would not be completely successful if it were not possible to kindle a major revolution in Russia. However, there would still be a danger to Germany from Russia, even after the war, if the Russian Empire were not divided into a number of separate parts. The interests of the German government were therefore identical with those of the Russian revolutionaries, who were already at work. However, there was as yet a lack of cohesion between the various factions. The Mensheviks had not yet joined forces with the Bolsheviks, who had already gone into action. He saw it as his task to create a unity and to organize the rising on a broad basis. To achieve this, a congress of the leaders would first of all be needed-possibly in Geneva. He was prepared to take the necessary first steps to this end, but would need considerable sums of money for the purpose. He therefore requested an opportunity of presenting his plans in Berlin. He confidently expected an Imperial Circular holding out to the [German] Social Democrats the prospect of an immediate improvement in primary schools and in average working hours, as a reward for their patriotic attitude, to have a considerable effect not only on German Socialists serving in the Army, but also on Russians sharing his own political opinions. Parvus has today travelled via Sofia and Bucharest to Vienna, where he will have discussions with Russian revolutionaries. Dr. Zimmer will arrive in Berlin at the same time as Parvus, and will be available to arrange meetings with him. In Parvus’s opinion, action must be taken quickly, so that the new Russian recruits will arrive at the front already contaminated. Wangenheiin’ . It would seem advisable for the Foreign Ministry to receive Parvus.1 ZIMMERMANN I The State Secretary replied to this telegram on 10 January: ‘Please receive Dr. Helphand in Berlin. Jagow.’ On the same day, telegrams were dispatched from the Foreign Ministry to Vienna (No. 142), Constantinople (No. 66), and Bucharest (No. 37), requesting these missions and Dr. Zimmer to keep Helphand’s connexion with the Batsarias affair secret. A 1 I 10 in WK I IC secr, volume 3.

From Archives Of German Foreign Ministry

Annunci